Mi piaceva pensare che…

“Mi piaceva pensare che i problemi dell’umanità potessero essere risolti un giorno da una congiura di poeti: un piccolo gruppo si prepara a prendere le sorti del mondo perché solo dei poeti ormai, solo della gente che lascia il cuore volare, che lascia libera la propria fantasia senza la pesantezza del quotidiano, è capace di pensare diversamente. Ed è questo di cui avremmo bisogno oggi: pensare diversamente.”

Oggi, in un giorno di pioggia sotto il cielo grigio di Milano, il mio pensiero felice sta qui, in questa citazione di Tiziano Terzani. Lasciatevi cullare da queste parole e dimenticatevi della pesantezza di ogni giorno, lasciate volare il vostro cuore e sarete in grado di pensare diversamente. Se solo ci pensate è fantastico. Siamo tutti unici ma pensiamo quasi tutti allo stesso modo. Distinguiamoci l’uno dagli altri ancora di più. Questo renderà il mondo ancora più interessante di quanto già non lo sia. Allo stesso tempo però restiamo aperti ai pensieri altrui senza attaccarci. Questo è il pensiero felice che oggi mi riporta a galla.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s